archivio

didattica della filosofia

Le Olimpiadi di Filosofia per una scuola di libertà e creatività

A Roma dal 26-27 marzo 2015 si terranno le finali nazionali delle XXIII Olimpiadi di filosofia. Questa è per noi un’occasione per incontrarci e discutere assieme anche della presenza della filosofia nella scuola italiana e le sfide poste alla didattica della filosofia dal CLIL, dalle tecnologie digitali. Alla finale è prevista la presenza del Ministro dell’Istruzione.

Invitiamo i colleghi a partecipare.

Le Olimpiadi della filosofia sono organizzate dalla Società Filosofica Italiana in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Un articolo de L’Inkiesta che propone di accostare filosofia e Cultural studies, autore Luca Serafini. Riportiamo un brano dall’articolo.

La sensazione di spaesamento rispetto ai modelli di ricerca nei dipartimenti di filosofia delle università italiane è stata forte: ho trovato dottorandi che utilizzano la teoria dell’ospitalità di Derrida per spiegare il funzionamento di una comunità di assistenza ai rifugiati, o che analizzano un social network in cui videoamatori si scambiano contenuti sulla base dei modelli dell’economia del dono. Il fine è chiaro: usiamo tutta la teoria di cui disponiamo per alimentare un dibattito in grado di uscire dalle mura di una biblioteca o di una sala convegni, spieghiamo come funziona questo aspetto concreto del vivere sociale, facciamo vedere come si manifesta, quali implicazioni può avere, quale futuro può dischiudere. […] E attenzione, il senso finale di questo discorso non è: liberiamoci della teoria. Tutto al contrario, mi piacerebbe che ci fosse più teoria, che la teoria intervenisse con più frequenza e convinzione per gettare luce su meccanismi che probabilmente il filosofo, se accetta di mettersi in gioco, può spiegare meglio di altri. Non credo quindi che la filosofia sia inutile, ma credo che ci si debba sforzare di renderla utile, anche a costo di superare un senso di superiorità che, come spesso accade, ha come unico effetto quello di relegare chi lo assume nella sfera dell’irrilevanza.

Url: http://www.linkiesta.it/utilita-filosofia-cultural-studies

Secondo le indicazioni ministeriali, nell’ultimo anno del ciclo della scuola secondaria superiore una parte consistente di almeno una materia deve essere studiata mediante la metodologia CLIL.

I docenti di filosofia sono chiamati a un nuovo impegno. Per molti il CLIL non è adatto all’insegnamento della filosofia per altri è una sfida impegnativa ma interessante. Senza nascondersi le difficoltà, a Vercelli si parlerà anche di CLIL. La locandina.

La commissione didattica della SFI da anni tratta il tema della didattica della filosofia nelle sue varie forme e modalità. Le ultime riflessioni riguardano la didattica della filosofia tramite la scrittura filosofica.

A Vercelli la Commissione didattica esporrà le proprie riflessioni su come insegnare filosofia. Gli interventi saranno dedicati alla memoria di Anna Sgherri Costantini. La locandina.

Filosofia Bene comune

Dal 27 al 29 novembre 2014 a Vercelli presso la Aula Magna Cripta di Sant’Andrea si terrà il Convegno SFI 2014. Di seguito il programma. Per scaricare la locandina.

Uno degli argomenti è la didattica della filosofia e l’uso del CLIL in filosofia. Invitiamo i docenti di filosofia a compilare il questionario online che abbiamo predisposto e i cui risultati saranno presentati nel corso del convegno.

Questionario on line.

Data

Orario

Attività

Persone coinvolte

27 novembre

15.00

Apertura dei lavori Leslie Cameron – Curry Presidente SFI To-VcClaudio Ciancio,  Università del Piemonte OrientaleFrancesco Coniglione, Università di Catania, Presidente nazionale SFI

16.00 circa

Filosofia e intercultura Chairman: Stefano Poggi,

Università di Firenze

Relazioni e interventi di Giovanni Boniolo (Università di Milano),

Maurizio Pagano (Università di Vercelli),

Clementina Cantillo (Università di Salerno).

28 novembre

9.00 – 10.30

Filosofia e condivisione della conoscenza Chairman: Francesco Coniglione, Università di Catania

Relazioni e interventi di Diego Marconi (Università del Piemonte Orientale),

Marco Ricolfi (Università di Torino),

Ennio De Bellis (Università del Salento)

10.30 – 11.00

Buffet

11.00 – 13.00

Filosofia e beni comuni Chairman: Clementina Cantillo, Università di Salerno

Relazioni e interventi di:

Marina Calloni (Università di Milano – Bicocca),

Ugo Mattei (Università di Torino),

Fabio Minazzi (Università dell’Insubria)

Dibattito sulle relazioni della mattina

15.00- 17.00

Questioni di didattica della filosofia Chairman: Salvatore Vasta, Università di Catania

La scrittura filosofica. Il progetto nazionale della Commissione didattica della SFI (Mariangela Ariotti, Bianca Ventura, Maurizio Villani);

Metodologia CLIL e didattica della filosofia (Leslie Cameron Curry).

Dibattito

17.30 – 19.00

Assemblea dei soci  

29 novembre

9.00 – 10.00

La consulenza filosofica Chairman: Giuseppe Giordano, Università di Messina

Relazioni e interventi di  Daria Dibitonto (Università del Piemonte Orientale ),

Renato Lavarini (Coordinatore della Candidatura di “Ivrea città industriale del XX secolo” nella World Heritage List Unesco.)

10.00 – 10.30

Buffet

10.30 – 12.30

La musica: patrimonio comune e diritti d’autore Chairman: Leslie Cameron Curry

Relazioni e interventi di

Carla Guetti (Università Roma Tre)

,Ezio Gamba (Università di Torino),

Claudio Tarditi (Università di Torino),

Marco Saveriano (Università del Piemonte Orientale).

La SFI e il MIUR organizzano la XXIII edizione delle Olimpiadi di filosofia. La gara si svolgerà attraverso due canali distinti:

  • Canale A in lingua italiana
  • Canale B in lingua straniera

Bandi, verbali

Scadenze

I due canali seguiranno percorsi paralleli e daranno luogo a due diverse selezioni. Gli studenti sceglieranno di partecipare all’una o all’altra a partire dalla fase d’Istituto. Di seguito elenchiamo le date delle selezioni.

  1. Selezione d’Istituto: entro il 7 febbraio 2015
  2. Selezione Regionale: entro il 28 febbraio 2015
  3. Gara Nazionale: Roma 25-26 marzo 2015
  4. 23rd International Philosophy Olympiad: Tartu (Estonia) 14th to 18th May 2015

Criteri di svolgimento delle fasi di selezione

La selezione, nelle varie fasi d’Istituto, Regionale, Nazionale, sia per il CANALE A che per il CANALE B, prevede un’unica prova scritta consistente in un saggio di argomento filosofico.

  • Gli studenti che partecipano al canale A svolgeranno la prova in lingua italiana.
  • Gli studenti che partecipano al canale B svolgeranno la prova in lingua straniera (inglese, francese, tedesco o spagnolo).

Criteri

Nella produzione del saggio, secondo l’orientamento ormai consolidatosi nelle passate edizioni, occorrerà curare la problematizzazione e l’argomentazione più che la descrizione delle idee nella dimensione storica.

Oggetto della prova

Per ciascuna fase di selezione e per entrambi i canali la Commissione esaminatrice proporrà quattro tracce, così come previsto dallo standard internazionale. I partecipanti sceglieranno una delle quattro tracce assegnate per lo svolgimento del loro saggio.

La durata della prova è di quattro ore.