Hart: diritto naturale e positivismo giuridico

Herbert HartVi sono molti tipi diversi di relazione tra diritto e morale e non ve n’è nessuna che possa venire vantaggiosamente designata la  relazione fra di essi.(..) Qualche volta quello che viene asserito è un tipo di connessione che pochi o nessuno ha mai negato: ma l’esistenza indiscutibile di questo può venire erroneamente accettata come il segno di un legame un po’ più dubbio, o addirittura scambiata per questo. Così non si può seriamente mettere in dubbio che lo sviluppo del diritto, in ogni tempo e luogo, ha subito di fatto la profonda influenza sia della moralità convenzionale e degli ideali di particolari gruppi sociali, sia anche di forme di critica morale illuminata svolta da individui il cui orizzonte morale ha trasceso la moralità accettata correntemente. Ma è possibile che usi questa verità in modo illegittimo, come una giustificazione di una diversa affermazione: cioè che un ordinamento giuridico mostri necessariamente qualche specifico elemento di conformità con la morale o la giustizia, o si basi necessariamente sulla convinzione ampiamente diffusa che vi è un obbligo morale di obbedirlo. Anche qui, benché questa proposizione possa, in un certo  senso, essere vera, non deriva da essa la conseguenza che i criteri di validità giuridica di norme particolari usati in un ordinamento giuridico debbano includere, tacitamente se non espressamente, un riferimento alla morale o alla giustizia. Si può dire che molte altre questioni oltre a queste riguardano i rapporti tra il diritto e la morale.(..) La prima è una questione che può ancora venire descritta in modo illuminante come il conflitto fra il giusnaturalismo e il positivismo giuridico(..) Qui intenderemo per positivismo giuridico la semplice tesi secondo cui non è in nessun senso una verità necessaria che le leggi riproducano o soddisfino certe esigenze della morale , anche se nella realtà esse hanno spesso fatto questo. Ma proprio perché coloro i quali hanno seguito questa tesi hanno taciuto o sono stati in forte contrasto in relazione alla natura della morale, è necessario considerare modi assai diversi in cui il positivismo giuridico è stato rifiutato. Uno di questi è espresso nel modo più chiaro dalle classiche teorie giusnaturalistiche: esistono certi principi della condotta umana che attendono di essere scoperti dalla ragione umana, con i quali la legge umana deve conformarsi se vuole essere valida.

Herbert L.A. Hart, Il concetto di diritto (The Concept of  Law), Ed. originale Oxford  University  Press, London,1961 – Ed. italiana Giulio Einaudi editore, Torino, 1965-2002, pagg. 216-217

  • Scheda su Herbert L.A. Hart, Treccani.
  • Scheda su Herbert L.A. Hart, Oxford.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: