dal software all’open access

I passaggi essenziali:

  • Anni ’90 Richard Stallman e Linus Torvalds (sviluppatore del primo sistema operativo libero Linux) animano il movimento Open source.
  • Stallman conia l’espressione free software per indicare la libertà di eseguire, copiare, distribuire, studiare e modificare un programma. Operazioni possibili solo se viene fornito il codice sorgente del software (sorgente: source).
  • Stallman conia anche l’espressione copyleft, traduzione letterale: “permesso di copia”. Copyleft indica che l’autore di un software cede una parte dei suoi diritti economici sul l’opera indicando le condizioni alle quali può essere usata.
  • Lawrence Lessing, professore di diritto alla Harvard Law School e fondatore del progetto Creative Commons, estende il concetto di copyleft dal software al più generale campo di qualsiasi contenuto.
  • 2004 nasce il movimento Open Access.
  • 2008 la Commissione Europea lancia il progetto pilota del VII Programma Quadro, che sancisce che il 20% della ricerca finanziata dalla Commissione debba essere pubblicata ad accesso aperto dopo un embargo di 6-12 mesi. Seguono: Europeab Search Council; European Science Foundation; European Head of Research Council.
Annunci
1 commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: