Camus 01

E poi, veniamo al fatto, amo la vita, questa è la mia vera debolezza. L’amo tanto che al di fuori della vita non posso immaginare nulla. È un’avidità un po’ plebea, non le pare? Non ci si immagina l’aristocrazia senza un certo distacco da sé e dalla propria vita. All’occorrenza si muore, ci si spezza ma non ci si piega. Io invece mi piego, perché continuo a volermi bene.

A. Camus, La caduta, Bompiani, Milano, 1980, pag. 49.

Annunci
1 commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: