Albert Camus

Camus da Il mito di Sisifo

Il mio ragionamento vuole essere fedele all’evidenza che lo ha destato. Tale evidenza è l’assurdo. E’ il divorzio fra lo spirito che desidera e il mondo che delude, è la mia nostalgia di unità; l’universo disperso e la contraddizione che lega l’una all’altro. Kierkegaard sopprime la mia nostalgia e Husserl riunisce questo universo. Non è ciò che io mi aspettavo. Si trattava di vivere e di pensare con questo strazio; di sapere se bisognava accettare o rifiutare, ma non certo di mascherare l’evidenza, di sopprimere l’assurdo negando uno dei termini della sua equazione. Bisogna sapere se si può vivere o se la logica prescrive che si debba morire. […] Ogni altra posizione suppone, per lo spirito assurdo, un gioco di bussolotti e l’indietreggiamento dello spirito davanti a ciò che lo spirito mette in luce.
(Il mito di Sisifo, Bompiani, Milano, 1984, pag. 47)

Citazioni su sito

Risorse sul Web

Teatro

Premio Nobel

Video

Televisione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: