grazie ai prof e agli studenti

I Campionati di filosofia sono finiti. E’ stata una esperienza coinvolgente, ricca di stimoli e di sorprese. Come ogni evento, la sua realizzazione è dipesa dalla combinazione di molti fattori. Ringrazio tutte le persone che hanno collaborato alla realizzazione di queste finali e con questo breve post vorrei scrivere anche di ciò che potrebbe essere stato oscurato dalla premiazione.

Non visti ma presenti a fianco dei vincitori ci sono gli studenti che non hanno superato le selezioni e i colleghi che li hanno iscritti. C’è il “prof di filo” che, animato da una strana miscela di passione, rigore e realismo, ha proposto ai colleghi la partecipazione al Campionato, ha selezionato delle tracce, ha preparato studentesse e studenti, ha corretto temi. Ma poi ha visto sfumare la possibilità di partecipare alle selezioni successive. C’è lo “studente” che, forse inizialmente inibito, ha poi partecipato con convinzione e ha messo sé stesso nelle parole scritte sul foglio e che ha accettato l’amarezza di una correzione, magari proprio nel passaggio più curato.

Desidero ringraziarvi per l’impegno, per il coraggio che avete dimostrato mettendovi in gioco per qualcosa che non era previsto dal programma. Spero che con questa esperienza abbiate conosciuto l’essenziale della filosofia: il mettere e mettersi in discussione, con rigore, capacità di ascolto, passione e coraggio. Indipendentemente dall’esito, dal voto. Tutte cose che non sono “importanti” ma che sono fondamentali perché migliorano le persone e poi la realtà in cui stiamo vivendo e aprono nuove vie per il futuro. Da questo punto di vista non vedo nessuna differenza rispetto a chi ho incontrato a Torino.

La sorpresa di questo Campionato è stata la fiducia del “prof” nei ragazzi e nelle ragazze ma anche la fiducia dello “studente” nell’adulto che ha proposto qualcosa di impegnativo. Il nascere della consapevolezza che nelle parole e nei discorsi di oggi, quand’anche incompleti e misconosciuti, si inizia qualcosa di un futuro che possiamo dare gli uni agli altri, oltre che a noi stessi.

Per questo vi ringrazio.

Leslie Cameron-Curry
Presidente della sezione Torino-Vercelli

Annunci
2 commenti
  1. Rosalba Camedda ha detto:

    Grazie a voi per l’occasione offerta agli allievi di misurarsi con temi di grande interesse e anche per lo stimolo che simili iniziative rappresentano per noi insegnanti. Ho apprezzato la possibilità di confrontarmi con colleghi provenienti da varie parti d’Italia, anche se l’incontro dovrebbe essere più lungo e articolato. A presto Rosalba Camedda

    Inviato da iPad

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: